Sei in Home . Sostieni la Fondazione . Lasciti

Lasciti

 Con un lascito, dona un futuro alla Ricerca

I lasciti testamentari sono fondamentali per i malati di fibrosi cistica che guardano alla Ricerca come la sola via per una concreta prospettiva di vita futura. Ogni lascito, parziale o totale, piccolo o ingente che sia, è prezioso perché consente di avvicinarci a un domani libero dalla fibrosi cistica: per chi dona è un modo per fare qualcosa di molto importante per le generazioni future; per chi è in attesa di una cura è una grande, imperdibile speranza in più.

 

Perché riservare un lascito alla Fondazione

Dal 2002, la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica ha messo oltre 32 milioni di euro a disposizione della ricerca, finanziando 417 progetti, con il coinvolgimento di circa 1.000 ricercatori. In questo periodo di tempo, i risultati ottenuti dagli studi sulla malattia hanno regalato ai pazienti un allungamento dell’attesa media di vita di una decina di anni, che è passata così dai 30 ai 40 anni.
Attualmente, la prospettiva in cui si muovono i ricercatori è quella di arrivare alla scoperta di una cura risolutiva per tutti i malati, per la quale esistono ora prospettive incoraggianti. Rendere possibile questo traguardo dipende ancora una volta dall’entità delle risorse messe a disposizione della ricerca dalla Fondazione che, ad oggi, è l’unico organismo che in Italia si occupa in maniera strutturata della raccolta delle risorse (interamente provenienti da fonti private) e della loro distribuzione a favore dei progetti di ricerca più promettenti.

Come sono utilizzati i lasciti

Chi dona alla Fondazione, fa un lascito diretto alla ricerca. L’offerta viene utilizzata in uno dei progetti di ricerca selezionati ogni anno dal Comitato scientifico, a conclusione di un iter di analisi e valutazione delle proposte raccolte con il bando annuale.

Come procedere per la sottoscrizione

Potete mandare una mail a fondazione.ricercafc@aovr.veneto.it per essere contattati da un nostro responsabile per ogni informazione sull’argomento. Al telefono, potete parlare con Giusy Buemi al numero 045 8127033.

Scopri gli altri modi per sostenere la Ricerca che può sconfiggere la malattia.

Scarica la guida