Sei in Home . Informati . Domande e Risposte . La funzionalità polmonare di base va valutata con la spirometria quando un malato è in condizioni stabili, fuori da esacerbazioni respiratorie

17 Ottobre 2014

La funzionalità polmonare di base va valutata con la spirometria quando un malato è in condizioni stabili, fuori da esacerbazioni respiratorie

Autore: Melina
Domanda

Buonasera, oggi abbiamo fatto la spirometria alla mia bambina di sei anni: il valore si assesta intorno al 55%. Volevo sapere se il valore può aumentare a sei anni facendo terapia e sport e portarlo a valori alti.

Risposta

Una FEV1di 55% all’esame spirometrico all’età di 6 anni è un valore piuttosto basso, che va considerato nell’insieme della situazione respiratoria della bambina. Il recupero verso valori normali dipende dalla condizione clinica in cui l’esame è stato fatto e dagli eventuali interventi terapeutici: a quest’età in genere la funzione polmonare ha enormi capacità di recupero. Va detto peraltro che all’età di 6 anni i bambini sono spesso poco collaboranti nel rendere valido e ben attendibile il risultato di un esame spirometrico. Inoltre bisognerebbe sapere se l’esame è stato fatto in fase di esacerbazione respiratoria. Se così fosse, come immaginiamo, lo stato funzionale di base dei polmoni andrebbe valutato ripetendo l’esame spirometrico quando la bambina è fuori dalla condizione di esacerbazione, quando cioè è in condizioni di stabilità.

G. M.


Se hai trovato utile questa risposta, sostieni questo servizio

Dona ora