Sei in Home . Informati . Domande e Risposte . Limiti dell’ozonoterapia

26 Maggio 2020

Limiti dell’ozonoterapia

Autore: Chiara
Argomenti: Ambiente, Igiene
Domanda

Salve. Ultimamente si sente spesso parlare di Ozonoterapia e dell’efficacia anti-infiammatoria e anti-virale. Volevo sapere se l’ozonoterapia potrebbe essere consigliata per noi pazienti FC. Sono mai stati eseguiti degli studi in merito?

Risposta

Per Ozonoterapia s’intende un metodo curativo che si basa sulla somministrazione di una precisa miscela fatta di ossigeno e ozono (circa 3%). Questa miscela è somministrata quasi esclusivamente per via locale: ad esempio per iniezione intramuscolare o intrarticolare per il trattamento di affezioni muscolari o ossee o con applicazioni topiche tramite creme o oli particolari per il trattamento di disturbi cutanei. L’ozonoterapia non viene mai effettuata attraverso inalazione perché l’ozono è tossico se viene inalato, anche alle modestissime concentrazioni usate per altri scopi. Questo fa cadere l’ipotesi di un suo uso per la broncopneumopatia FC né conosciamo studi in cui sia stato sperimentato per altre complicanze FC. Abbiamo trovato invece un articolo (1) che documenterebbe l’efficacia di un ozonizzatore domestico per la disinfezione dei nebulizzatori usati per aerosolizzare antibiotici e altri farmaci nella pratica quotidiana FC.

Per altre informazioni sull’uso dell’ozono si possono leggere due risposte già pubblicate (2,3).

1) Towle D, Baker V, Schramm C, O’Brien M, Collins MS, Feinn R, Murray TS. “Ozone disinfection of home nebulizers effectively kills common cystic fibrosis bacterial pathogens”. Pediatr Pulmonol. 2018 May;53(5):599-604. doi: 10.1002/ppul.23990. Epub 2018 Mar 15.
2) fibrosicisticaricerca.it/domanda-e-risposta/disinfezione-dellambiente-domestico-proposito-degli-ozonizzatori/, 05/01/2018
3) fibrosicisticaricerca.it/domanda-e-risposta/sanificazione-ambientale/20, 14/04/2020

G. Borgo


Se hai trovato utile questa risposta, sostieni questo servizio

Dona ora