Sei in Home . Informati . Domande e Risposte . Il mare e il suo aerosol salso-iodico

28 Settembre 2018

Il mare e il suo aerosol salso-iodico

Autore: Domenico
Argomenti: Aerosol, Ambiente, Clima
Domanda

I bambini che hanno questo problema possono avere benefici portandoli spesso in zone marine. Il contatto con il mare e lo iodio può portare benefici? Grazie.

Risposta

Immaginiamo che il problema indicato nella domanda sia quello della fibrosi cistica. Certamente l’ambiente marino, inteso come la fascia di sabbia o la scogliera che sta molto vicino alle onde del mare ha qualche fattore terapeuticamente utile. L’atmosfera di questo ambiente è una specie di aerosol naturale, in cui l’acqua, ed il suo contenuto salso-iodico, dispersa in minute particelle (specie con le onde di scogliera) può avere un suo effetto benefico e fluidificante delle secrezioni bronchiali. A questo si può aggiungere che il movimento e il gioco libero in tale ambiente sono anche un fattore di esercizio fisico e respiratorio significativo. Tuttavia, tutto questo ha significato qualora il contatto con il mare sia quasi abituale e non basato su sporadiche, anche se frequenti, sedute marine. Tutto questo comunque comporta obbligatoriamente la fedeltà al regime terapeutico prescritto dal centro che segue il bambino e andrebbe considerato solo come supporto integrativo alle cure, anche se non possiamo trascurare la questione di fondo: chi non abita sul mare aggiungerebbe al carico abituale che comporta questa patologia anche quello dei trasferimenti nell’ambiente descritto.

G. M.


Se hai trovato utile questa risposta, sostieni questo servizio

Dona ora