Sei in Home . Informati . Domande e Risposte . Sintomi cronici alle prime vie aeree che creano dubbi su possibile fibrosi cistica

10 gennaio 2019

Sintomi cronici alle prime vie aeree che creano dubbi su possibile fibrosi cistica

Autore: Benedetta
Argomenti: Diagnosi FC, Sinusite
Domanda

Salve, sono Benedetta, ho 16 anni e leggendo degli articoli su internet ho il sospetto di avere la FC. Sin da piccola non ho mai respirato dal naso, in quanto costantemente chiuso. Sono abituata a respirare con la bocca e ho sempre catarro in gola, che cerco di eliminare tirando su con il naso per poi deglutire.
Il colore del catarro non varia mai, di solito giallo, non è mai andato via, anche se non mi ha nemmeno dato problemi a dormire o a svolgere altre azioni. Per questo problema ho effettuato a maggio 2018 una visita dall’otorino, che ha notato un ingrossamento delle adenoidi, oltre che delle tonsille, prescrivendomi Rinoclenil per diversi mesi, anche se non ha cambiato molto le cose. Non ho mai avuto particolari infezioni polmonari, semplicemente sono obbligata a respirare con la bocca piuttosto che con il naso e ho costantemente questo catarro in gola, e la sudorazione non è eccessiva, mi ritrovo a sudare solamente durante lo svolgimento di attività fisica. La costante produzione di catarro in gola però mi ha fatto dubitare delle mie condizioni ed, essendo anche piuttosto impressionabile e suscettibile da questo tipo di cose, ho deciso di scrivervi per togliermi dei dubbi, molto probabilmente infondati. Dite che è un problema strettamente legato alla respirazione attraverso la bocca, all’ingrossamento delle tonsille o delle adenoidi oppure potrebbe essere legato alla FC? Anche se non possedete abbastanza informazioni per una diagnosi vi prego se potete darmi delle rassicurazioni o dei consigli in base a quanto vi ho detto. Grazie mille per il vostro tempo, spero possiate scrivermi presto!

Risposta

Navigando sul web in tema di salute possono nascere spesso parecchi dubbi, cui internet non può rispondere. Chi ci scrive ha scelto comunque di ri-approdare al web, questa volta ponendo domande precise, alle quali cerchiamo di rispondere, anche se le rassicurazioni cercate dalla nostra interlocutrice possono arrivare solo da una consultazione approfondita con il proprio medico.

La situazione descritta è quella di un interessamento infiammatorio cronico delle prime vie aeree, peraltro confermata dall’otoiatra sulla base di una ipertrofia di tonsille e adenoidi. Non si può escludere che vi sia alla base anche una sinusite cronica, responsabile del catarro muco-purulento che scende in gola. È vero che la fibrosi cistica dà abitualmente sintomi anche a livello di prime vie aeree, sinusite in particolare. Ma a 16 anni una vera fibrosi cistica dà in genere anche altre manifestazioni, di cui la domanda non parla: anzi esclude manifestazioni a carico delle basse vie aeree, che in quella malattia sono in genere presenti accanto all’interessamento delle alte vie. È vero anche che vi sono forme miti o atipiche di fibrosi cistica, che a questa età non danno ancora segni importanti di malattia. Ma è saggio pensare che i problemi delle prime vie aeree sono molto comuni nella popolazione generale e anche nell’adolescenza e la fibrosi cistica non è tra le prime cause che si vanno a cercare. Va ricordato che, se dopo una seria consultazione con il medico curante i dubbi rimanessero, si può sempre ricorrere a un test del sudore, che aiuta molto a chiarire la situazione.

G. M.


Se hai trovato utile questa risposta, sostieni questo servizio

Dona ora