Sei in Home . Area ricercatori . I progetti di ricerca . FFC#14/2018 – Studio ex vivo della risposta mediata dagli interferoni tipo I e III ed interazioni virus-batteri nei pazienti con fibrosi cistica: un nuovo approccio per lo sviluppo di strategie terapeutiche alternative

FFC#14/2018
Studio ex vivo della risposta mediata dagli interferoni tipo I e III ed interazioni virus-batteri nei pazienti con fibrosi cistica: un nuovo approccio per lo sviluppo di strategie terapeutiche alternative

Ex vivo study on Type I and III interferon response and virus–bacteria interactions in cystic fibrosis patients: a new approach to try to develop alternative therapeutic strategy

Comprendere meglio le interazioni tra batteri e virus nelle infezioni respiratorie FC. Valutare se esiste un profilo di interferoni (IFN, proteine naturali) associato a maggior gravità del quadro clinico respiratorio batterico-virale.

Dati del Progetto

Responsabile
Guido Antonelli (Dip. Medicina Molecolare, Lab. Virologia, La Sapienza Roma; Unità di Microbiologia e Virologia, Policlinico Umberto I)
Categoria/e
Ricercatori coinvolti
8
Durata
2 anni
Finanziamento totale
70.000 €
Adozione raggiunta
70.000 €

Obiettivi

È noto che esiste un collegamento tra le infezioni da virus respiratori, la colonizzazione da batteri quali P. aeruginosa e la progressione della fibrosi cistica. I ricercatori coinvolti in questo progetto ipotizzano che questa mutua dipendenza tra infezioni virali e batteriche sia correlata al profilo, su base genetica individuale, degli interferoni (IFN), una famiglia di proteine prodotte naturalmente in risposta a virus e batteri che esercita azione antimicrobica. Uno studio approfondito della risposta degli interferoni di tipo I e III potrebbe essere utile a chiarire la patogenesi della malattia polmonare FC e a guidare lo sviluppo di terapie più mirate. Il progetto si propone di esaminare una larga serie di campioni di materiale prelevato dalle vie aeree di pazienti FC (circa 1800 tra tampone faringeo, aspirato orofaringeo, escreato, liquido bronco alveolare – BAL). Su questi campioni i ricercatori indagheranno la presenza contemporanea di batteri e virus e, nelle cellule degli stessi campioni, l’espressione dei geni degli interferoni. I dati raccolti dovrebbero essere messi in correlazione con il quadro clinico dei pazienti. Il progetto mira a individuare i pazienti maggiormente a rischio di sviluppare complicanze respiratorie gravi in base al profilo della risposta IFN e alle coinfezioni batteriche/virali. Inoltre, l’identificazione di geni della risposta dell’IFN potrebbe costituire un potenziale bersaglio per lo sviluppo di nuovi approcci terapeutici.

Objectives

Clinical observations link respiratory virus infection and P. aeruginosa colonization to disease progression in CF patients. Given that type I and III Interferons (IFN) exert protective antiviral but also deleterious effects, it is very important to delineate specific IFN signatures in CF patients. The project aims to better understand the dynamics between bacteria and viruses in CF patients and to ascertain whether virus– bacteria coinfection compromise the IFN response. The researchers will examine a large series of respiratory samples – up to 1800 – from CF patients. On these samples, the researchers will investigate the simultaneous presence of bacteria and viruses, and from the cells of the same samples they will analyze the expression of the Interferon genes. The collected data are to be correlated with the clinical status of patients. The project aims to identify the patients at risk of developing serious respiratory complications, based on the IFN response profile and bacterial/viral coinfections. Furthermore, identification of IFN genes could be a potential target for the development of new therapeutic approaches.

Chi ha adottato il progetto

Delegazione FFC del Lago di Garda
Delegazione FFC del Lago di Garda
€ 70.000