Sei in Home . Area ricercatori . I progetti di ricerca . FFC#20/2021 – Terapie prorisolutive per la fibrosi cistica mediante resolvina D1 e nanotecnologie: studi preclinici per la consegna alla clinica di formulazioni innovative

FFC#20/2021
Terapie prorisolutive per la fibrosi cistica mediante resolvina D1 e nanotecnologie: studi preclinici per la consegna alla clinica di formulazioni innovative

Nanotechnology-based Resolvin D1 as Proresolving Therapy in Cystic Fibrosis: Preclinical Studies for the Delivery of Innovative Formulations to the Clinic

Testare con studi preclinici in modelli murini e cellulari l’azione della resolvina D1 (RvD1) e il suo trasporto con nanoparticelle per ridurre l’infiammazione e proteggere da danni polmonari.

Per completare questo progetto mancano ancora 60.100 euro

Dona Ora

Dati del Progetto

Responsabile
Antonio Recchiuti (Università G. d'Annunzio Chieti-Pescara, Dip. di Scienze Mediche, Orali e Biotecnologiche)
Categoria/e
Partner
Alessandra Aloisi (Istituto per la microelettronica e microsistemi - IMM, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Lecce)
Ricercatori coinvolti
14
Durata
1 anno
Finanziamento totale
68.100 €
Adozione raggiunta
8.000 €

Obiettivi

Antonio Recchiuti

Il gruppo di ricerca prosegue l’attività iniziata nei precedenti progetti (FFC#21/2014, FFC#19/2016 e FFC#19/2020) sulla molecola resolvina D1 (RvD1), un mediatore chimico endogeno derivato dagli acidi grassi omega-3, prodotto spontaneamente dal corpo umano per risolvere l’infiammazione e riparare i tessuti danneggiati, difettoso in fibrosi cistica (FC). RvD1 possiede un potenziale terapeutico per persone con FC ma per progredire con lo sviluppo clinico devono essere sviluppate opportune formulazioni. Questo progetto è incentrato sullo sviluppo di formulazioni basate su nanoparticelle (sSNP) che migliorano la stabilità ed efficacia di RvD1 nel ridurre l’infiammazione, l’accumulo di muco, il danno polmonare e l’infezione nella FC. I ricercatori valuteranno la funzionalità di sSNP-RvD1 con studi preclinici sia in modelli murini di FC sia in leucociti e in cellule epiteliali ottenute da volontari con FC. I risultati di questi esperimenti aiuteranno a definire la potenza e l’efficacia di sSNP-RvD1.

Objectives

The research group proceeds the activity started in previous projects (FFC#21/2014, FFC#19/2016 and FFC#19/2020) on the resolvin D1 molecule (RvD1), an endogenous chemical mediator derived from omega-3 fatty acids, produced spontaneously to resolve inflammation and repair damaged tissues that is defective in cystic fibrosis (CF). RvD1 has therapeutic potential for persons with CF but appropriate formulations must be developed to progress with clinical development. This project focuses on developing formulations based on nanoparticles (sSNPs) that improve the stability and efficacy of RvD1 in reducing inflammation, mucus accumulation, lung damage and infection in CF. Researchers will evaluate the functionality of sSNP-RvD1 with preclinical studies both in CF mouse models and in leukocytes and epithelial cells obtained from CF volunteers. The results of these experiments will help define the potency and efficacy of sSNP-RvD1.

Chi ha adottato il progetto

Delegazione FFC Ricerca di Napoli
Delegazione FFC Ricerca di Napoli
€ 8.000