Sei in Home . Informati . Domande e Risposte . Una broncopneumopatia cronica ostruttiva potrebbe nascondere una diagnosi di fibrosi cistica, specie se in famiglia c’è persona diagnosticata affetta da FC

23 aprile 2018

Una broncopneumopatia cronica ostruttiva potrebbe nascondere una diagnosi di fibrosi cistica, specie se in famiglia c’è persona diagnosticata affetta da FC

Autore: Marco
Domanda

Ho 44 anni e sono affetto da FC, diagnosticata a 32 anni presso il centro di Verona, dove sono in cura.
La domanda è relativa a mio padre (77 anni, 85 kg, ex fumatore fino a 55 anni senza eccedere), al quale, viste le ripetute bronchiti negli ultimi 6/7 anni è stata diagnosticata la BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva) di grado medio-elevato, così recita il referto. Posto che non è mai stata approfondita la storia genetica dei miei genitori, secondo voi vale la pena parlarne con il centro di cura in occasione del day-hospital?

Risposta

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), che in genere colpisce le persone anziane, è una malattia polmonare che ha delle somiglianze con la fibrosi cistica. A rigore, non si può escludere che una persona anziana, che ha in famiglia una persona con fibrosi cistica, possa avere una forma mite di fibrosi cistica. Merita certamente un approfondimento diagnostico: test del sudore e test genetico dovrebbero chiarire i dubbi. Vale veramente la pena che se ne parli con il Centro FC.

G. M.


Se hai trovato utile questa risposta, sostieni questo servizio

Dona ora